fbpx

Immatricolazioni e Revisioni – Marzo 2021



Revisioni auto, moto e motocicli: quasi 1 milione e mezzo di revisioni

Il mercato revisioni delle autovetture a marzo 2021 si è chiuso con una flessione del -2,7% rispetto al 2019 (causa chiusure Covid nel marzo 2020 viene preso a riferimento del confronto il marzo 2019).

Per quanto riguarda le revisioni delle due ruote, registriamo un incremento del +2,9% per i motocicli e del +1,8% per i ciclomotori.  In totale i tre comparti registrano un rallentamento del -2,2% rispetto allo stesso mese del 2019.

Revisioni (mese: Marzo)

Mar. 2021

Mar. 2019

Δ%

Autoveicoli

1.308.925

1.344.815

-2,7%

Motocicli

113.315

110.118

2,9%

Ciclomotori

27.013

26.539

1,8%

Tot.

1.449.253

1.481.472

-2,2%

Allargando l’analisi ai volumi cumulati del 2021 e del 2019 si nota che il primo trimestre dell’anno si è concluso con una crescita per tutti i reparti; rispettivamente del +8,2% per le autovetture, +12,3% per i motoveicoli e +4,7% per i ciclomotori. Riteniamo che, nonostante le nuove proroghe introdotte dal Regolamento UE 2021/267, la crescita dei volumi nel primo trimestre sia da attribuire ai rientri delle revisioni posticipate nei mesi precedenti che dovevano regolarizzarsi necessariamente entro i mesi di febbraio e marzo del 2021.

Si stimano circa 270.000 revisioni in più rispetto ai volumi previsti seguendo le corrette scadenze nel primo trimestre del 2021. Questo valore, in diminuzione rispetto a febbraio, ci fa ipotizzare che attualmente chi può usufruire delle proroghe sta sfruttando le deroghe e che l’aumento dei volumi di questi primi mesi sia da attribuire principalmente alla coda dei ritardatari del primo Regolamento Europeo.

Veniamo alla spina dorsale del sistema, ovvero le officine sul territorio. Nel mese di marzo 2021 si registra un decremento pari a 7 officine rispetto al mese precedente. Attualmente in Italia sono presenti 9.152 Centri di revisione autorizzati. Nello stesso mese dello scorso anno le officine erano 9.076 registrando, quindi, un aumento anno su anno di + 76 officine.

Sanzioni per mancata revisione: proroghe sì ma non per tutti.

E’ bene ricordare che le revisioni dei veicoli in scadenza ad aprile sono soggetti a proroghe imposte dal Regolamento UE 2021/267.
Non tutte le categorie possono usufruire del procrastinamento: infatti l’intera categoria L (motoveicoli e ciclomotori) e i rimorchi leggeri O1 e O2 per circolare, sia in Italia sia all’estero, devono attenersi alla scadenza originale.

Ci sono pervenute segnalazioni che nonostante le proroghe in vigore si stiano elevando numerose sanzioni. Quest’ultime seppur contestabili potrebbero portare ad un maggior dispendio di tempi e costi per il ricorso, rispetto allo svolgimento “naturale” della revisione prevista. Oltre alle sanzioni relative all’applicazione dell’art.80 per mancata revisione, le forze dell’ordine possono elevare contravvenzioni legate all’applicazione dell’art.79, che prevede che chiunque circoli con un veicolo non mantenuto in piena efficienza sia sanzionabile.

Immatricolazioni e radiazioni: il parco delle due ruote si rinnova

Il mese di marzo 2021 segna una crescita del + 244,7% rispetto lo scorso anno (che ricordiamo era in totale lockdown), ma ampliando l’analisi con il 2019 le prime immatricolazioni di autovetture sono in calo del – 2,2%. Le radiazioni di autoveicoli sono state in crescita del +166,9% rispetto al 2020 ed in crescita del 25,5% se confrontato con il 2019. Con le immatricolazioni stabili e le radiazioni in crescita quindi, il saldo tra le due componenti risulta positivo contribuendo all’incremento del parco circolante.

Le immatricolazioni di motocicli in marzo 2021, sempre rapportate con lo stesso mese dello scorso anno, hanno registrato una crescita del +243,2%. I volumi di immatricolazione se rapportati a marzo 2019 sono in crescita del +17%. Le radiazioni in marzo dei veicoli a due ruote sono aumentate del +162% rispetto a marzo 2020 e del 20,5% rispetto all’analogo mese del 2019. Da questi dati emerge come sia in atto un rinnovamento del parco circolante a due ruote, anche grazie all’entrata in vigore delle nuove limitazioni alla circolazione dei veicoli più inquinanti.
Nel primo trimestre dell’anno 2021 le immatricolazioni auto complessivamente sono in crescita del +29,8% rispetto al 2020 ma in decremento del -8% rispetto al 2019. Il comparto a due ruote registra una crescita pari al 52% se confrontato con il 2020 e del 14% se l’analisi condotta sul 2019.

AUTOVEICOLI
Immatricolazioni

177.536

-2,2% vs marzo2019

Radiazioni

162.266

+25,5% vs marzo2019

MOTOCICLI
Immatricolazioni

29.158

+17% vs marzo2019
Radiazioni

11.500

+20,5% vs marzo2019

Condividi

Contattaci