fbpx

Quiz patente B, nuove modalità del test e consigli per superarlo

Quiz patente

Il quiz di teoria è la prima parte dell’esame per conseguire la patente B: solo superandolo puoi accedere all’esame pratico di guida.

Tutte le persone che guidano un veicolo ci sono passate: il quiz per superare l’esame teorico di guida è il primo passo per arrivare al traguardo della patente. Di recente, sono però cambiati alcuni aspetti riguardo questo test e, in generale, occorre avere qualche accortezza per affrontarlo al meglio.

Cosa cambia per il quiz patente dal 2022

A partire dal 20 novembre 2021 sono entrate in vigore le nuove disposizioni riguardanti il quiz per la patente B. Chiunque debba svolgere l’esame teorico dopo questa data, lo troverà quindi modificato rispetto a prima. Ecco cosa cambia:

  • 30 domande (invece di 40)
  • 20 minuti di tempo (invece di 30)
  • 3 errori massimo per superare il quiz (invece di 4)

Il quiz risulta più breve rispetto al passato e, di conseguenza, si riducono i tempi di compilazione e gli errori ammessi. Tale decisione ha le sue ragioni nelle conseguenze della pandemia ancora in corso. Da una parte risponde alla necessità di limitare la permanenza dei candidati in un luogo chiuso, dall’altra snellisce l’esame teorico per recuperare i numerosi arretrati accumulati. La nuova modalità si applica sia alle patenti per le autovetture (B1, B, BE), sia alle patenti per i motocicli (A1, A2, A).

Come si svolge l’esame di teoria per la patente

Nonostante queste modifiche, l’esame teorico della patente rimane in modalità quiz. Si presenta quindi come il classico questionario: il candidato dovrà barrare V o F per ciascuna affermazione presente nel test, a seconda che la ritenga Vera o Falsa.

Conviene sempre tentare, anche quando non si è sicuri, poiché la risposta lasciata vuota viene contata come errore. La prova avviene attraverso un sistema informatizzato, questo significa che il candidato ha a disposizione una postazione computer su cui visualizzare il quiz e rispondere alle domande.

Ricordiamo anche che, prima di poter cominciare l’iter per prendere la patente, è necessario presentare domanda presso un ufficio della Motorizzazione. Da qui ci sono sei mesi di tempo e due tentativi a disposizione per poter superare l’esame di teoria. Per svolgere il test è comunque necessario prenotarsi allo stesso ufficio della Motorizzazione presso cui è stata presentata domanda iniziale.

In caso di mancata riuscita entro i sei mesi, occorre ripresentare la domanda: si avranno dunque altri sei mesi a disposizione per passare il test. Una volta superato l’esame teorico a quiz, il candidato riceverà il “foglio rosa”, ossia l’autorizzazione a esercitarsi su strada secondo le regole in vista del successivo esame pratico di guida.

Che domande fanno all’esame di teoria di scuola guida?

Le 30 domande presenti nel quiz per la patente B sono estratte a sorte da un database predisposto dal Ministero per le Infrastrutture e la Mobilità Sostenibile. Alla base della scelta c’è quindi un metodo di casualità. A ogni modo, si tratta di domande standard che coprono i seguenti 25 argomenti:

  • Definizioni generali
  • Segnali di pericolo
  • Segnali di divieto
  • Segnali di obbligo
  • Segnali di precedenza
  • Segnaletica orizzontale e segni sugli ostacoli
  • Segnalazioni tramite semafori e agenti del traffico
  • Segnali di indicazione
  • Altri segnali (es. temporanei, di cantiere, complementari ecc…)
  • Pannelli integrativi dei segnali
  • Limiti di velocità, situazioni di pericolo e intralcio alla circolazione
  • Distanze di sicurezza
  • Norme di circolazione per i veicoli
  • Norme di precedenza (esempi di incrocio)
  • Norme sul sorpasso
  • Norme su fermata, sosta, arresto e partenza del veicolo
  • Norme generali (es. trasporto di persone, circolazione su autostrade, apposizione di pannelli sui veicoli ecc…)
  • Corretto uso di luci, spie, simboli e dispositivi acustici
  • Protezione (es. uso corretto delle cinture di sicurezza, dei sistemi di ritenuta per bambini, del casco e dell’abbigliamento di sicurezza)
  • Norme di comportamento (es. il sistema sanzionatorio, le patenti di guida, i documenti di circolazione, l’uso di occhiali o altri apparecchi, gli obblighi verso gli agenti ecc…)
  • Incidenti stradali e relative norme di comportamento
  • La guida in relazione a condizioni fisiche e psichiche alterate (es. alcool, droghe, farmaci) e basi di primo soccorso
  • Le forme assicurative legate al veicolo (es. r.c.a., responsabilità civile, penale e amministrativa)
  • La limitazione dei consumi e dell’inquinamento per il rispetto dell’ambiente
  • Elementi dei veicolo (es. tenuta di strada, comportamenti di guida, manutenzione e uso del mezzo)

Come superare i quiz per la patente B?

Il primo consiglio per superare i quiz per la patente B è studiare gli argomenti previsti nel test. Frequentare un corso può rendere più piacevole questo aspetto grazie alle spiegazioni dirette dell’istruttore e al confronto diretto con i compagni.

La cosa migliore, però, è esercitarsi tantissimo con i questionari a disposizione, fin da subito. Questo aiuta a prendere confidenza con il modo particolare con cui si presentano le varie domande del quiz. A volte, infatti, è facile essere tratti in inganno pur avendo studiato, proprio per la maniera in cui è posto il questionario!

A questo proposito, per superare l’esame teorico della patente è bene tenere a mente alcuni trucchi. Per esempio, occorre fare attenzione alle parole che possono sembrare simili, ma che non sono affatto sinonimi. Si tratta di veri e propri trabocchetti, come:

  • corsia/carreggiata
  • attraversamento ferroviario/attraversamento tranviario
  • freno a mano/freno di servizio
  • attraversamento pedonale/passaggio pedonale
  • in prossimità/in corrispondenza
  • pronto soccorso/pronto intervento

Inoltre, è bene prestare sempre attenzione alla parola “ovvero”. Nel linguaggio formale dei quiz, non significa “cioè”, ma “oppure”. Molto importante anche il buon senso, per esempio nelle domande che si riferiscono al comportamento su strada, dove è sempre consigliata cautela. Se ci troviamo davanti a un’affermazione che dice di compiere un’azione in modo brusco o energico (come sterzare, frenare, accelerare), si tratta di un Falso.

Tanto esercizio con i quiz, una lettura attenta e accurata del questionario in fase di test, e l’individuazione dei principali trabocchetti sono senza dubbio gli ingredienti migliori per superare l’esame di teoria della patente e ottenere il tanto desiderato “foglio rosa”.


Condividi

Contattaci