fbpx

In vigore il nuovo codice della strada 2021, cosa cambia per chi guida un’auto o un ciclomotore?

Il nuovo codice della strada 2021 cambia le regole per parcheggi, telefonini alla guida, patente, obblighi e divieti durante la circolazione.

Entrata in vigore il 10 novembre 2021, la nuova legge ha cambiato ben 40 norme rispetto alla precedente. Oltre alle modifiche in materia di obblighi e divieti per i guidatori, trovi anche delle vere e proprie novità, come la regolamentazione delle pubblicità su strade e mezzi e una maggiore trasparenza dei comuni su come vengono spesi i soldi delle multe. Tra le modifiche più consistenti per chi circola su strada con un’automobile o un motorino figurano:

– Multe, divieti e obblighi per autoveicoli e ciclomotori
– Novità per parcheggi autoveicoli
– Attraversamenti pedonali e ferroviari
– Novità nel conseguimento della patente
– Divieto di pubblicità discriminatorie su veicoli e strade

Vediamo quindi nel dettaglio quali sono i principali cambiamenti rispetto al passato.

Multe, divieti e obblighi per autoveicoli e ciclomotori

Lo sapevi che con la nuova legge stradale potrai contestare le multe anche per via telematica attraverso la PEC? Questo è solo uno dei tanti cambiamenti previsti in materia di multe, obblighi e divieti per chi guida un veicolo. Le principali modifiche riguardano:

– l’uso di dispositivi elettronici al volante
– l’inasprimento delle sanzioni per parcheggio in aree disabili e lancio oggetti dai finestrini
– la guida senza patente
– multe per auto a noleggio
– ciclomotori con secondo passeggero senza casco
– una maggiore trasparenza nella gestione dei proventi delle multe.

Ecco punto per punto cosa cambia.

Divieto totale di dispositivi elettronici alla guida

Guardare lo smartphone mentre sei al volante è pericoloso, e questo lo sai già. Con la nuova legge questo divieto viene rafforzato e dettagliato meglio. Mentre stai guidando non potrai utilizzare né il telefonino computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghiche possono farti allontanare le mani dal volante anche solo temporaneamente. L’importo della multa rimane lo stesso, da un minimo di 165 a un massimo di 660 Euro.

Raddoppia la multa per parcheggio in aree per disabili e lancio oggetti dai finestrini

Attenzione a sostare con la tua auto nelle aree riservate ai mezzi per il trasporto di persone disabili! Se anche prima era vietato, ora le sanzioni raddoppiano. In passato erano previste una multa da 84 a 335 Euro, e la decurtazione di 2 punti dalla patente. Con le modifiche attuali, la multa va dai 168 ai 672 Euro, con una decurtazione di ben 6 punti. Raddoppiano anche le sanzioni per il lancio di oggetti dal finestrino, con una forbice che va dai 52 ai 204 Euro. Se gli oggetti lanciati dall’auto in sosta o in movimento sono rifiuti che possono sporcare la strada, la multa va dai 216 agli 866 Euro.

Guida senza patente: cosa succede?

Se ti fermano alla guida e hai dimenticato la patente, il libretto di circolazione o il foglio rosa, la multa scende rimane di 42 Euro. La novità è che non devi più presentarti di persona presso le forze dell’ordine per esibire i documenti richiesti. Benché la legge sembri allentare le maglie, non è certo una scappatoia. I documenti non esibiti dovranno essere comunque esistenti e validi. Questo vuol dire che le autorità dovranno essere in grado di accertarsi della loro esistenza e validità consultando le banche dati.

Multe in caso di auto a noleggio

Cambia totalmente la regola per le infrazioni commesse guidando un’auto a noleggio. Se hai noleggiato un’auto a lungo o a breve termine e prendi una multa, sarai tu a doverla pagare e non più la società di noleggio. Le autorità dovranno quindi ricevere le generalità di chi ha sottoscritto il contratto di locazione della vettura, così che possano notificare il verbale al responsabile dell’infrazione.

Ciclomotori, multa per il passeggero senza casco

Novità in vista anche per chi si sposta a bordo di motorini e altri ciclomotori. Se carichi un passeggero, sarà tua responsabilità che indossi il casco. Prima questo valeva solo per i passeggeri minorenni. Con le attuali modifiche, la legge sanziona il mancato uso del casco da parte del passeggero indipendentemente dall’età.

Trasparenza su dove finiscono i soldi delle multe

Una grande novità riguarda una maggiore trasparenza su come vengono utilizzati i soldi delle multe per infrazioni al codice stradale. Entro il 30 giugno di ogni anno, gli enti locali dovranno pubblicare una relazione sul loro sito istituzionale che indica l’importo incassato l’anno precedente e come sono stati spesi i soldi.

Novità per parcheggi autoveicoli

E dalle multe, passiamo ai parcheggi. Anche qui trovi alcuni cambiamenti, soprattutto per quanto riguarda:

– l’uso delle strisce blu da parte dei mezzi contrassegnati per il trasporto di disabili
– l’introduzione degli stalli rosa
– la regolamentazione della sosta per la ricarica delle auto elettriche.

Strisce blu gratis per persone disabili

A partire dal 1° gennaio 2022, se il tuo mezzo è provvisto di contrassegno per il trasporto di persone con disabilità, potrai parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu. Questa possibilità è valida nel caso in cui le specifiche aree di sosta per disabili siano tutte occupate.

Parcheggi rosa con contrassegno

Entrano ufficialmente nel decreto i parcheggi rosa riservati a donne in gravidanza e genitori con figli fino ai due anni di età. I singoli comuni potranno realizzare questi stalli speciali attraverso un’apposita ordinanza del sindaco. Per potervi sostare sarà però necessario esibire un regolare contrassegno sulla vettura, che sarà disciplinato con provvedimento ministeriale.

Sosta per ricarica di auto elettriche

Se possiedi un veicolo elettrico potrai sostare negli spazi di ricarica solo per il tempo necessario a ricaricare il mezzo. Trascorsa un’ora dalla ricarica completa, non potrai più sostare. La norma si applica soltanto nelle ore diurne: dalle 23 alle 7 del mattino la sosta è consentita anche oltre il tempo indicato. Fanno sempre eccezione le aree con colonnine fast e superfast, che dovrai liberare non appena conclusa la ricarica del mezzo.

Più sicurezza negli attraversamenti pedonali e ferroviari

Per una maggiore sicurezza delle persone, la nuova legge stradale introduce alcune misure specifiche che riguardano gli attraversamenti pedonali e ferroviari. Su strada, i veicoli dovranno fare passare sia i pedoni che hanno cominciato l’attraversamento, sia quelli che si stanno accingendo ad attraversare senza aver ancora calpestato le strisce. In corrispondenza dei passaggi a livello, invece, potranno essere installate delle telecamere per verificare il rispetto del divieto di attraversamento e per accertare in modo automatico ogni violazione.

Prendere la patente: foglio rosa, esame, bonus 1000 Euro

Se hai in programma di prendere la patente, sappi che anche qui ci sono alcuni cambiamenti rispetto al passato. In particolare, rimangono le disposizioni introdotte in via transitoria durante l’emergenza Covid, si inaspriscono alcune sanzioni, e viene istituito un bonus speciale per chi vuole conseguire la patente CQC.

Foglio rosa, esame di guida e novità per i neopatentati

Adesso è ufficiale: seguendo la prassi sperimentata durante la pandemia, il foglio rosa durerà un anno. Se devi conseguire la patente B, potrai tentare l’esame per ben 3 volte in questo arco di tempo (non più solo 2). D’altra parte, aumentano le multe se ci si esercita senza istruttore: dai 430 ai 1.731 Euro, a cui si aggiunge la sanzione del fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi. Arriva poi un’altra novità per i neopatentati. Per il primo anno di patente B, potranno guidare autovetture di potenza specifica superiore a 55 kW/t e potenza massima pari a 70 kW. Questo, però, a patto di avere al fianco una persona in funzione di istruttore che abbia meno di 65 anni, e una patente valida per la stessa categoria o superiore ottenuta da almeno 10 anni.

Bonus patente CQC da 1.000 Euro per under 35, come funziona

Se hai meno di 35 anni e vuoi prendere la patente o l’abilitazione CQC per lavorare come autotrasportatore di merci per conto terzi, potrai usufruire di un bonus. Lo sapevi? Ti sarà riconosciuto come un rimborso per le spese sostenute per prendere la patente e le abilitazioni richieste. Potrà valere al massimo 1.000 Euro, ma in ogni caso non potrà superare il 50% delle spese documentate.

Per ottenere il bonus patente, però, dovrai soddisfare questi due requisiti:

– beneficiare del reddito di cittadinanza o di altri ammortizzatori sociali
– aver stipulato un contratto di lavoro di almeno 6 mesi con la qualifica di conducente, entro 3 mesi dal conseguimento della patente

Sarà possibile ottenere il contributo tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2022. Un prossimo decreto del Ministero delle Infrastrutture indicherà modi e tempi per poter presentare la domanda, così come tutti i dettagli su come verrà erogato il bonus.

Divieto di pubblicità discriminatorie su strade e veicoli

Infine, le norme strettamente legate a obblighi, multe e divieti di circolazione, si affaccia una novità molto particolare. Il nuovo codice della strada introduce infatti un’indicazione dirompente per quanto riguarda la pubblicità su strada e su veicoli. Per la prima volta regolamenta la diffusione dei messaggi pubblicitari vietando ogni tipo di pubblicità contenente messaggi sessisti, violenti o che ricalcano uno stereotipo di genere. La legge vieta quindi esplicitamente di apporre su cartelli o vetture pubblicità lesive e discriminatorie di:

– Libertà individuali
– Diritti civili e politici
– Credo religioso
– Appartenenza etnica
– Orientamento sessuale
– Identità di genere
– Abilità fisiche e psichiche

Questa nuova regolamentazione si prefigge di impedire la diffusione su mezzi e strade di messaggi che rafforzano gli stereotipi e che contribuiscono a rafforzare una cultura discriminatoria e divisiva.

Leggi le modifiche al Codice della Strada in Gazzetta Ufficiale

Vai al nostro approfondimento sulle nuove regole per monopattini elettrici, mezzi inquinanti e bonus auto elettrica

Articolo aggiornato il 24 novembre 2021


Condividi

Contattaci