fbpx

Quali sono i limiti di guida per i neopatentati?

Forse non tutti sanno che i neopatentati hanno delle restrizioni alle regole previste dal Codice della Strada. Alcuni limiti di velocità più bassi, divieto di usare auto troppo potenti e tolleranza zero sull’alcol prima di guidare.

In questo articolo vediamo nel dettaglio quali sono le differenze con le regole dei “grandi” e soprattutto in cosa differiscono le conseguenze alla trasgressione.

Chi sono i neopatentati secondo il Codice della Strada

Prima di tutto capiamo bene a chi si riferisce il Codice della Strada quando parla di neopatentati.

Sono definiti neopatentati e sono sottoposti ad alcune restrizioni rispetto alle regole della circolazione sul territorio italiano:

  • tutti coloro che hanno preso le patenti A, A2, B e B1 da meno di 3 anni
  • gli stranieri extra UE che hanno ottenuto la conversione della patente da meno di 3 anni

Non sono invece considerati neopatentati i cittadini italiani che hanno preso la patente in uno stato estero extra UE e hanno poi ottenuto la conversione in Italia.

Quali sono i limiti di velocità per i neopatentati

La differenza più evidente tra un neopatentato e una persona che ha la patente da più di 3 anni riguarda i limiti di velocità.
I neopatentati, infatti non possono superare i 100 km/h in autostrada e i 90 sulle strade extraurbane principali, laddove questi limiti sono rispettivamente 130 e 110 km/h nella maggior parte dei casi.
Nessuna variazione, invece sui limiti di velocità più bassi, come ad esempio quelli dei centri urbani.

Quali sono le sanzioni per i neopatentati che superano i limiti di velocità

Le sanzioni pecuniarie per il superamento dei limiti di velocità da parte dei neopatentati sono più alte rispetto a quelle degli automobilisti “normali”. Generalmente sono maggiorate di un terzo, ma variano a seconda del limite superato e di quanto questo limite è stato superato.
Inoltre i neopatentati subiscono anche una decurtazione dei punti sulla patente doppia rispetto agli altri automobilisti.

Quali sono le potenze delle auto che i neopatentati non possono guidare

Prima di tutto dobbiamo precisare che non si possono guidare alcune auto solo entro un anno dalla patente e non per i 3 durante i quali si considera la categoria dei neopatentati.
I limiti alla potenza per i neopatentati sono questi:

  • il rapporto kW/tara deve essere inferiore o uguale a 55 Kw per ogni tonnellata (dal 2007 questo valore è presente sul libretto di circolazione)
  • i kW dell’auto devono essere minori di 70 (circa 95 CV)

A questa pagina del Portale dell’Automobilista è possibile verificare se un’auto è adatta alla guida di un neopatentato semplicemente inserendo il numero di targa.

Quali le sanzioni per chi guida un’auto troppo potente entro un anno dalla patente

Per chi viene colto in flagrante alla guida di un auto con caratteristiche di potenza superiori a quelle indicate, è prevista la sospensione della patente da 2 a 8 mesi e una sanzione economica va da 161 a 647 euro.

Ci sono differenze nei limiti dell’assunzione di alcol per i neopatentati?

Chi ha preso la patente (o ottenuto la conversione da patente estera) da meno di 3 anni non deve mettersi alla guida dopo aver assunto alcuna sostanza alcolica, neppure in dosi minime.
Infatti in Italia, se è consentito guidare con un tasso alcolemico di 0,5 g/litro, questo non vale per i neopatentati il cui tasso alcolemico alla guida deve essere uguale a 0 g/litro.

Multe e le conseguenze per i neopatentati con un tasso alcolemico superiore allo 0

Se il tasso alcolemico rilevato al neopatentato è superiore allo 0 ma entro gli 0,5 g/litro è prevista solo una sanzione pecuniaria di 624 € oltre alla decurtazione di 15 punti della patente (decurtazione massima dei punti patente prevista per i neopatentati).
Per tutte le rilevazioni di tasso alcolemico superiori agli 0,5 g/litro, per i neopatentati è prevista la sanzione degli altri guidatori aumentata di un terzo.

Decurtazioni e bonus per i punti dei neopatentati

Anche la gestione del sistema a punti della patente è leggermente diversa per coloro che hanno preso o convertito la patente da meno di 3 anni.

Per quanto riguarda la decurtazione ai neopatentati vengono sempre tolti il doppio dei punti degli altri guidatori, fino ad un massimo di 15 punti che non può essere superato per violazioni che non prevedono il ritiro della patente.

Per quanto riguarda i punti bonus, invece, i neopatentati ricevono solo 1 punto per ogni anno passato senza infrazioni, mentre gli altri guidatori ne guadagnano 2.


Condividi

Contattaci