Come cambiare l’assicurazione dell’auto

Come cambiare assicurazione auto

Dall’abolizione del tacito rinnovo e dall’introduzione dell’attestato di rischio elettronico, cambiare assicurazione auto è diventato semplicissimo. L’assicurato, infatti, non deve far altro che portare a scadenza la propria assicurazione mentre ne cerca una nuova: l’unica cosa importante a cui fare attenzione è la data di scadenza per evitare di rimanere dei giorni senza copertura assicurativa.

Come chiudere il contratto con la propria compagnia assicurativa

Dal 2013 è stato abolito il tacito rinnovo per i contratti assicurativi, quindi l’articolo 170-bis del codice normativo delle assicurazioni private prevede per le assicurazioni auto e dei natanti: “durata annuale o, su richiesta dell’assicurato, di anno più frazione” e “si risolve automaticamente alla sua scadenza naturale e non può essere tacitamente rinnovato”. Inoltre “L’impresa di  assicurazione  è  tenuta  ad avvisare il contraente della scadenza del contratto con preavviso di almeno trenta giorni e a mantenere operante,   non oltre il quindicesimo giorno successivo alla scadenza del contratto, la garanzia prestata con il precedente contratto assicurativo fino all’effetto della nuova polizza”.

Chi è intenzionato a cambiare la polizza assicurativa non ha quindi alcun dovere nei confronti della compagnia con cui ha in corso il contratto. Deve solo assicurarsi di lasciar scadere il pagamento annuale (e non quello delle eventuali rate) e ovviamente occuparsi di avere un nuovo contratto in tempo per non rischiare di circolare con l’assicurazione auto scaduta.

Potrebbe però essere utile provare a contattare il proprio assicuratore per capire se esistono nuovi contratti o clausole non prese in considerazione fino a quel momento che possano permettere di avere una polizza più conveniente senza dover cambiare compagnia.

Come trovare l’assicurazione migliore per le proprie necessità

A meno di non aver ricevuto un’offerta precisa e conveniente, servono un po’ di ricerche per trovare un nuovo contratto assicurativo che non sia solo economicamente più vantaggioso, ma anche – o in alternativa migliore – in termini di offerte, coperture, opzioni, massimali e franchigie.
Il primo passo da fare è affidarsi ai comparatori di prezzo, che permettono di fare un semplice preventivo inserendo i dati essenziali dell’auto e dell’assicurato, oltre alle esigenze assicurative.
Una volta ottenuti i primi risultati può comunque essere utile provare a contattare telefonicamente le singole compagnie in modo da poter parlare con un assicuratore che sarà in grado di indirizzarci verso le migliori opzioni e  trovare la soluzione più adatta alle nostre esigenze in base alle offerte della sua compagnia.

I documenti per la nuova compagnia assicurativa

Una volta scelta la nuova compagnia con cui aprire la polizza non sarà necessario recuperare alcun documento dalla precedente compagnia, infatti tutte le imprese assicurative hanno l’accesso a una banca dati online, gestita dall’ANIA e controllata dall’IVASS, che raccoglie tutte le informazioni presenti negli attestati di rischio.

Dal primo luglio 2015, infatti, l’attestato di rischio compilato e curato dalle compagnie assicurative è diventato elettronico e quindi a disposizione anche degli stessi assicurati direttamente nell’area riservata del sito web della propria compagnia.

Questa decisione, oltre a prevenire la falsificazione degli stessi documenti, è decisamente utile dal momento che l’attestato di rischio contiene tutte le informazioni necessarie alle nuove compagnie per stipulare i preventivi e quindi consente il passaggio di contratto in maniera ancora più semplice per l’assicurato.


Condividi

Contattaci