Revisione moto: tutte le proroghe del Ministero

revisione moto covid19

Come per la revisione auto, il Decreto “Curaitalia” del 17 marzo 2020 numero 18, convertito poi in legge numero 27, anche per le moto da sottoporre a revisione entro il 31 luglio 2020 la scadenza è stata prorogata fino al 31 ottobre 2020.

Questo vuol dire che i veicoli con revisione già scaduta o in scadenza nei mesi di marzo, aprile, maggio, giugno e luglio 2020, potranno (il condizionale è d’obbligo perchè si è liberi di effettuarla prima) effettuare la revisione entro la fine di ottobre.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha poi confermato esplicitamente che gli automobilisti e i motociclisti le cui auto ricadono in tale perimetro sono liberi di circolare e non possono subire le multe previste per i veicoli trovati in difetto di revisione.

Una interpretazione più ampia del decreto sembra consentire la circolazione anche per i mezzi la cui revisione è scaduta da molto più tempo, anche da una decina d’anni. Oltre alla discutibile interpretazione, si pone un problema serio di sicurezza stradale se tali mezzi circolassero liberamente sulle strade italiane.

Scadenze per i rinnovi patente
Anche per il rinnovo delle patenti scadute, la decisione assunta è stata quella di prorogare la scadenza della licenza di guida di qualche mese. Il Ministero dei Trasporti ha concesso infatti una proroga fino al 30 giugno. Pertanto si potrà circolare anche con la patente scaduta (o in via di scadenza) in auto e in moto senza incorrere in sanzioni o altri provvedimenti.
Anche per i “futuri” motociclisti sono stati spostati in avanti i termini per sostenere l’esame pratico e teorico della patente: gli esami potranno infatti svolgersi oltre il canonico termine di 6 mesi dalla presentazione della domanda, senza dover presentare un’ulteriore richiesta, entro il 30 giugno 2020, prenotando normalmente presso il competente Ufficio della Motorizzazione.

Scarica qui la circolare del Ministero con tutte le scadenze


Condividi

Contattaci